NiSeng Giacca ecopelle Giacce in finta pelle Giubbotto Moto Invernale Cappotto con cappuccio Donna Marrone -chathamsummers.com

NiSeng Giacca ecopelle Giacce in finta pelle Giubbotto Moto Invernale Cappotto con cappuccio Donna Marrone

B01LRFNSMS

NiSeng Giacca ecopelle Giacce in finta pelle Giubbotto Moto Invernale Cappotto con cappuccio Donna Marrone

NiSeng Giacca ecopelle Giacce in finta pelle Giubbotto Moto Invernale Cappotto con cappuccio Donna Marrone
  • Non Pulire A Secco, Usare Un Panno Umido
  • Giacca ecopelle con con cappuccio
  • Materiale: Poliestere
  • manica lunga
  • Comodo disegno staccabile cappuccio
  • Stagione: autunno e invernali
  • La nostra tabella di formato è diverso con Amazon "tabella di formato", Si prega di fare riferimento alla guida a sinistra per farti misurare. Grazie.
NiSeng Giacca ecopelle Giacce in finta pelle Giubbotto Moto Invernale Cappotto con cappuccio Donna Marrone NiSeng Giacca ecopelle Giacce in finta pelle Giubbotto Moto Invernale Cappotto con cappuccio Donna Marrone NiSeng Giacca ecopelle Giacce in finta pelle Giubbotto Moto Invernale Cappotto con cappuccio Donna Marrone NiSeng Giacca ecopelle Giacce in finta pelle Giubbotto Moto Invernale Cappotto con cappuccio Donna Marrone NiSeng Giacca ecopelle Giacce in finta pelle Giubbotto Moto Invernale Cappotto con cappuccio Donna Marrone

Martedì, 25 Luglio 2017
ore 11:44

Sprichwörter

«Non è serio chiederci di discutere di una manovra da 20 milioni senza darci il tempo di esaminare i documenti,  non è un buon inizio» denuncia il capogruppo grillino Luca Pirondini . «Se l’assessore vuole incontrarci ancora, potrà farlo domani (oggi, ndr)» concorda la capogruppo del Pd, Cristina Lodi, mentre Paolo Putti (Chiamami Genova), fa sapere di non essere andato all’incontro perché era fuori Genova. Ma sembra che il malumore serpeggi anche fra i sindacati confederali che, dopo un primo incontro conoscitivo con il sindaco, non sono più stati convocati per essere informati della manovra di bilancio.

Intanto, il  vicesindaco  e assessore alla Mobilità Stefano  Balleari , ieri ha illustrato le nuove tariffe di Genova Parcheggi, che prevedono un drastico abbassamento della tariffa nella prima ora, da 2,50 e 2 euro a 1,30, e tariffe più alte nelle ore successive. «Con questa manovra Genova sarà una delle grandi città con le tariffe più basse » ha sottolineato Balleari. L’unica novità, rispetto a quanto anticipato dal nostro giornale, è la completa eliminazione della frazione oraria, il che significa che anche per una sosta di pochi minuti si pagherà la tariffa di un’ora intera.

di  Alessandra Marra

Il progettista sarà responsabile dei materiali che prescrive e, in caso di non conformità, potrà essere sanzionato fino a rischiare l’arresto

11/07/2017
  1  Commenti   12831
11/07/2017 – Il prossimo 9 agosto entreranno in vigore le nuove regole sui prodotti da costruzione che prevedono maggiori responsabilità per progettisti e fabbricanti.

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, infatti, il  Dlgs 106/2017  che adegua la normativa nazionale alle disposizioni del  Da donna, colore Bianco, a maniche corte, con lacci, Teddy lingerie, monokini Dance taglia S UK 10 – 12 EU 38 – 40
 sulla commercializzazione dei materiali da costruzione nell’Unione Europea (UE).

Prodotti da costruzione: le responsabilità dei progettisti

Il Dlgs stabilisce che il costruttore, il progettista, il direttore dei lavori, il direttore dell’esecuzione o il collaudatore debbano rispettare  l’obbligo di impiego di prodotti  da costruzione conformi al Regolamento UE.

Inoltre, prevede che  “il progettista dell'opera che prescrive prodotti non conformi  sia punito con l'ammenda da 2.000 euro a 12.000 euro” e che "qualora la prescrizione non conforme riguardi prodotti e materiali destinati ad uso strutturale o ad uso antincendio il professionista sia punito con l'arresto sino a tre mesi e con l'ammenda da 5.000 euro a 25.000 euro".  

Materiali da costruzione: adempimenti per il fabbricante

Il decreto disciplina anche gli  adempimenti ai quali è sottoposto il fabbricante , sia nel caso in cui il prodotto rientri nell’ambito di una norma armonizzata, sia nel caso di prodotto conforme ad una valutazione tecnica europea (ETA), e quindi non disciplinato da una norma armonizzata (perché per esempio nuovo e pertanto originale).

Il fabbricante, quindi, dovrà  redigere una dichiarazione di prestazione del prodotto  e qualora violi tale obbligo sarà punto con una da 4.000 euro a 24.000 euro che potrebbe arrivare all’arresto in caso di materiali destinati a uso strutturale o a uso antincendio.

Materiali conformi: istituito il Comitato Nazionale

Per garantire l’armonizzazione delle norme, il Decreto istituisce il  Comitato nazionale di coordinamento dei prodotti  da costruzione (presieduto dal Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici) che coordinerà le attività delle amministrazioni competenti nel settore e determinerà gli indirizzi volti ad assicurare l’uniformità e il controllo dell’attività di certificazione e prova. 

Al fine di assicurare la piena integrazione delle funzioni connesse al rilascio della valutazione tecnica europea (ETA) si prevede, inoltre, la costituzione di un  Organismo nazionale per la valutazione tecnica  europea (ITAB).
Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento segui la nostra redazione anche su  Facebook Twitter  e  Google+

Ente Ospedaliero Ospedali Galliera
(L.833/1978, art. 41;
D.lgs n.517/1993 art. 4 c. 12)
Ospedale di rilievo nazionale e di alta
specializzazione (D.P.C.M. 14 luglio 1995)


Mura delle Cappuccine 14
16128 Genova
Tel. +39 010 56321 - Fax +39 010 5632018

e-mail PEC Wörterbuch BELLA2 Pezzi Costume da Bgano Donna Top Push Uo Spalline e Slip Intero Swimwear Estate Rosso


contatta l'ospedale

C.F. e P. IVA 00557720109


Codice fatture elettroniche: UFXG01


IBAN
IT 80 T 06175 01590 000000414190
c/c bancario n. 4141/90 Banca Carige
Agenzia n.59 - tesoriere dell'Ente

Reiseführer